Stanno finendo i volantini promozionali nella GDO alimentare!?

14 Dicembre 2016 Blog, News

Sì, sembra proprio così!

I volumi delle vendite a valore nella grande distribuzione sono in calo (- 2,2%) nonostante cresca il numero di articoli offerti in promozione (+0,4%) L’esigenza di risparmio, inizia a manifestarsi anche attraverso tagli di quantità sui beni di largo consumo e le promozioni non sono più sufficienti. Alcune grandi Insegne della GDO hanno iniziato una forte contrazione del numero di promozioni e dei loro quantitativi: L’anno scorso si sono effettuati dei test (Esselunga) per la puntuale verifica delle vendite a fronte della distribuzione cartacea solo in Store, Quest’anno Coop e U2 hanno messo fine alla politica dello sconto/offerta, Nielsen e Osservatorio Fedeltà Università di Parma osservano come solo il 54% dei consumatori italiani indicano ancora il volantino come preferenza (erano l’85% solo qualche anno fa…), mentre I cosidetti Heavy Digitali sono saliti a quasi 9 milioni complessivi!

L’impatto massivo e la loro periodicità sta mettendo in seria analisi alcuni fenomeni: i costi, la distribuzione spesso poco seguita, l’impatto socio-ambientale per il loro smaltimento sono solo la punta dell’iceberg di un fenomeno che dagli anni ’90 è cresciuto vertiginosamente fino al 2013/14.

Poi un lento ma progressivo calo di tirature, di periodicità, di contenuti innovativi hanno destato non poche riflessioni da parte degli specialisti di GDO.

Non c’è supermercato (o quasi) che non produca il VOLANTINO PROMOZIONALE, perchè fa parte di una strategia marketing semplice e ben consolidata.

Oggi però la tecnologia avanza, il marketing si aggiorna, diventa digitale e soprattutto personalizzato. In giro ci sono molti meno volantini e non (solo) per coscienza ecologica. Sono 5 milioni gli italiani che sfogliano i volantini digitali, e il 50% di loro lo fa esclusivamente via mobile.

Fioccano continuamente nuove app e il mondo volantino si avvale anche della collaborazione di google e di siti web che confrontano prezzi e si fanno concorrenza.

In un’ epoca dominata dalle nuove tecnologie, dai social e da Amazon il volantino promozionale è ancora lo strumento più efficace per convincere il consumatore a spendere e a fidelizzarsi in una insegna?

Le promozioni devono essere ripensate strategicamente come possibile vantaggio competitivo e non come semplice leva per mantenere i volumi.

L’obiettivo è quello di riuscire a trasformare il volantino in un canale di comunicazione che, al pari di altri media, consente di misurare il ritorno sugli investimenti, inserendolo in un contesto in cambiamento in cui il digitale sta amplificando la possibilità di veicolare le promozioni.

Casi come Amazon go, Super24, Esselunga con APP Fidaty etc… stanno ad indicare come si stia passando ad una comunicazione più diretta, responsive e personalizzata: DIGITALE!

Nella Ricerca Globale presentata da Accenture per il 2016 si evidenzia, in modo palese, che esiste un crescente e preoccupante vuoto che si sta aprendo tra la shopping experience desiderata dal consumatore attuale e l’offerta che, dall’altro lato, è in grado di proporre il Mass Market Retail italiano.

Uno dei punti di maggiore distanza tra i due poli (richiesta del consumatore ed offerta del Retailer) è rappresentata dal desiderio del consumatore di ricevere promozioni in real time e l’incapacità della Grande Distribuzione di districarsi dalle semplici logiche punti per vincere pentole e dei volantini.

Accenture ha evidenziato che il 47% dei consumatori (attenzione: il 49% dei MIllenials e ben il 41% dei Boomers) vorrebbe ricevere promozioni in Real Time, ma solo il 7% dei Retailer risponde positivamente alla richiesta. Cosa significa questo, in termini pratici? Significa che esiste un potenziale non esplorato nell’esaltare l’impulso all’acquisto del consumatore, ovvero un fatturato latente che la sola esposizione preferenziale o il vantaggio in termini di pricing non possono assolutamente colmare senza tecnologia.

Il Digitale quindi apre scenari futuri molto concreti:

NEWSLETTER personalizzate a possessori di partita Iva.

Campagne social

promozioni in store

prodotti ed etichette parlanti

proximity marketing

Ne parliamo ?……